Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2008

Parole


Le parole hanno dei limiti e non riescono ad esprimere la realtà. Le parole sono imperfette e non possono descrivere il nostro essere. Io parlo, o almeno provo a parlare, cercando di far capire ciò che sono, quello che penso e quello che sento.

Ogni concetto che esprimiamo non è altro che un’immagine indotta dalla nostra esperienza, ogni parola che pronunciamo è una rappresentazione sonora di un nostro concetto. I concetti che sono dentro di noi sono profondamente differenti da quelli di chiunque altro, perchè scaturiti dalla nostra conoscenza del mondo e dalla nostra prospettiva.

Ciascuno di noi ha un’immagine non oggettiva della realtà e sceglie con cura, in maniera inconscia, come descrivere questa immagine in base alla propria evoluzione ed alla propria esperienza.

Attribuiamo alle parole più valore di quanto ne possano realmente avere. Esse sono delle rappresentazioni simboliche di concetti che sono stabiliti dall’individuo in base alle proprie esperienze.

Il fraintendimento, in una discussione, nasce dalla differenza che vi è tra il mio concetto di realtà e quello degli altri mentre in un giusto confronto dialettico l’incontro tra due visioni può portare ad un completamento della concezione stessa di realtà.

Annunci

Read Full Post »

Ciottoli


Ciottoli colorati che cambiano ad ogni onda, infinite monadi di una realtà estesa e caotica che varia al minimo variare di ognuna di esse. Ogni mio passo modifica la realtà di questa spiaggia, ogni onda che arriva modifica la realtà dei miei passi.

Siamo parti di uno stesso sistema, in continua evoluzione, e ci condizioniamo vicendevolmente. Ogni sensazione che proviamo è fondamento del nostro comportamento, ogni nostro comportamento porta una modifica al sistema e a ciò che ci circonda.

Siamo una fonte infinita di variabili, possiamo prevedere alcuni risultati di ciò che facciamo, ma l’effetto totale di ogni nostra azione porta delle modifiche tanto radicali da rendere impossibile qualunque tipo di previsione sulle variazioni nel sistema circostante.

Il numero di variabili che generiamo nel sistema è praticamente infinito e ad ogni nostra azione la realtà genera un numero uguale e contrario di variabili per bilanciare il proprio stato, questa regola vale per ogni essere vivente e non vivente.

Il sole, in lontananza, sembra immutabile ed infinito, isolato nel vuoto di uno spazio eterno, le mie azioni non sembrano influenzarlo. Rifletto sui sassi e mi rendo conto di vivere all’interno di questo sistema definito e limitato. Ho l’impressione di trovarmi sul più piccolo dei sassolini di questa spiaggia… l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo convivono in me…

Read Full Post »

Rumori


La televisione dei vicini, susurra e si agita, io sono in silenzio, non capisco cosa dice. In tutte le case si vive una singola vita che non è la propria. Scorrono in lontananza le auto, ripetitivamente e senza motivo. Scorrono pedissequamente lungo un tragitto definito, creato da altri, inseguendo la propria libertà.

Una sedia si muove, impercettibilmente, la sento vibrare sopra di me, rompendo un ordine scritto, definito su un copione, di una vita programmata, giorno per giorno. Immagini che ogni giorno influenzano la nostra vita, suoni che penetrano nella mente togliendo la possibilità di essere ciò realmente siamo.

Viviamo una realtà condizionata, influenzata da un cannone unidirezionale di immagini e di concetti, siamo liberi di scegliere in un campo ben definito di opzioni. Ogni suono, ogni concetto, ogni immagine ci trasmette un messaggio spontaneo, intrinseco all’immagine stessa. L’immagine ed il concetto non sono scindibili.

Non vi è segnale che riceviamo che non contenga un messaggio per il nostro modo di essere ed in ogni momento associamo dei concetti ad altri concetti. l’ostentazione del sesso, del denaro, dell’estetica e delle immagini non sono altro che la più vera manifestazione di una concezione strumentale dell’esistenza.
Ogni volta che ad esse si china la ragione nascono dei cortocircuiti razionali e l’uomo china il proprio essere a l’immagine decadente ed appiattita dell’idolatria.

La meraviglia della vita è guardarsi intorno e scoprire che le scelte sono infinite e non vi è nulla di più bello che compierne una consapevolmente e con decisione. La nostra forza e nostra bellezza sono racchiuse nel vigore con cui manifestiamo il nostro modo di essere e di sentire.

Read Full Post »

Nuvole


Tutto quello che vediamo è un’immagine, rarefatta, di ciò che effettivamente è, siamo dei semplici osservatori, che guardano al mondo da una prospettiva e da un punto di unico e nulla di ciò che vediamo o sentiamo è realtà. Siamo autori di un quadro imperfetto, la nostra vita, che si colora in base a quello che facciamo ed in base a come lo facciamo, siamo noi gli autori di questa singola opera d’arte che è la nostra vita.

Lasciamo un segno dietro di noi, fatto di azioni, di ricordi e di pensieri che lentamente si diradano e svaniscono. Viviamo questa vita, nella consapevolezza di non poter conoscere altro al di fuori della nostra prospettiva. Siamo spazialmente e temporalmente limitati e non vi è rete sufficientemente vasta che ci permetta di conoscere la realtà nel suo insieme.

Siamo su un piccolo, fragile pianeta disperso in un’universo dinamicamente stabile… ci proponiamo ad esso, nella nostra incosciente piccolezza e mediocrità, cercando di sopravvivere a noi stessi.

Sopra di noi osservo scorrere, mestamente, le nuvole. Nessuno le guarda o le ascolta, ma loro vanno, non curanti della nostra rabbia o della nostra gioia. Batuffoli di colore di cui voglio ignorare la natura, di cui non voglio definire la formula, sono lì da millenni immutati e sempre diversi. Sono io a dar loro forma, in base ai miei desideri, in base alla mia prospettiva.

Read Full Post »

Una giornata di sole


Godersi la vita, scoprire di avere tutto cio di cui si ha bisogno, nelle proprie mani. Scoprire, nella solitudine, la gioia di essere inevitabilmente immutabili.

Il sole è eterno, solitario, immenso e caldo. Il sole è vita, prima di essere energia. Il sole è gioia, forza della natura e natura della forza, il sole è quell’attimo in cui un sorriso ti scalda. Il sole è voglia di conoscere e di donare se al mondo.

La terra è amore, un eterno, immenso e docile atto di amore, della natura, nei confronti delle proprie creature. la terra è ventre di madre che ci lega a lei come cuccioli in attesa di nascere. La terra è solitudine, solitudine calda che ti tiene affianco a se e dona calma e silenzio.

Il fiume è vita, che ti scorre dentro, è frescura d’inverno che si scalda e ti raffredda al tatto. Il fiume è uomo che scorre oltre i rami ed i sassi, lungo un percorso che lui stesso decide. Il fiume è chiarezza e musica che penetra nel cuore, donando pazienza.

Il vento tra le foglie è voce che parla del mondo e dei suoi profumi, è un ritmico bisbigliare di cose lontane e belle. E’ voce della terra, che ti chiedere di guardare a te stesso ed al mondo con occhi d’amore. Il vento è voce di sè che ricorda il passato e ridona il presente.

Uomo, caduco ed imperfetto, oltre la siepe e le colline, mi riscopro, donandomi al mondo…

Read Full Post »